In arrivo il Bonus Terme, un aiuto concreto per un settore che negli ultimi tempi ha sofferto più di altri.

Ormai ci siamo, il Bonus Terme è in arrivo. Dopo mesi in cui se ne parla, finalmente c’è una data, anzi due. La prima, ad uso esclusivo dei Centri termali, è il 28 ottobre, quando i predetti Centri termali dovranno registrarsi nel portale dedicato e gestito da Invitalia. Da qui uscirà una lista di Centri termali “certificati” che potranno ricevere il Bonus Terme. Si arriverà così alla seconda e più importante data, ossia l’8 novembre.

 

C’E’ UNA DATA

L’8 novembre sarà infatti possibile per tutti i cittadini maggiorenni e residenti in Italia richiedere il bonus di € 200,00. Ma come?

 

BONUS TERME: A CHI VA?

Va detto che il Bonus Terme è accessibile a tutti i cittadini maggiorenni e residenti in Italia, dunque non ci saranno limitazioni di reddito o altro. L’unico limite è rappresentato dal budget stanziato dal Governo, ossia 53 milioni di euro, che andranno ad esaurirsi via via che arriveranno le richieste di bonus. Visti questi “paletti”, è chiaro che se una famiglia è composta da due adulti (genitori) e uno o più minorenni (figli), il Bonus Terme potrà andare ad entrambi i genitori, e dunque i 200€ verranno di fatto raddoppiati.

Cosa si potrà fare con i 200€ del Bonus Terme?

Una volta acquistato il bonus, il cittadino potrà utilizzarlo nel Centro termale scelto per trattamenti benessere (piscine, saune, ecc) o per cure termali che non rientrino nelle cure convenzionate con il Servizio Sanitario Nazionale.

Un’ottima occasione, insomma, per ridare un po’ di ossigeno al settore termale e un po’ di sano relax a tutti noi.