Sono ormai molto ben conosciuti gli effetti benefici dei fanghi termali e, in qualsiasi struttura termale, è possibile trovare varie tipologie di trattamenti ognuno dei quali indicato per diverse patologie o disturbi. Uno di questi trattamenti in cui i fanghi termali vengono impiegato è la fangobalneoterapia. Vediamo insieme di cosa si tratta e quando ricorrere a questa terapia.

Si tratta di un ciclo di cure che viene indicato anzitutto per il trattamento dell’artrosi e della fibromialgia, ma anche per la risoluzione di reumatismi extra articolari e di traumi a carico di muscoli, tendini e articolazioni e per recuperare più velocemente le energie nel caso di patologie da stress. La fangobalneoterapia, grazie all’azione congiunta di fanghi e acque termali, ha un effetto miorilassante, analgesico, sedativo sui tessuti. I trattamenti sono da evitare nel caso di soggetti con cardiopatie, patologie circolatorie, insufficienza renale, epilessia, neoplasie e malattie in cui c’è uno scompenso endocrino.

 

fangobalneoterapia

 

L’informazione riportata sul sito in nessun caso sostituisce la consulenza clinica fornita dal proprio medico di medicina generale o dallo specialista. Si consiglia sempre di consultare il proprio medico di medicina generale. Quanto riportato nel sito ha unicamente un valore informativo di carattere generale.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

4 + 14 =