Temperature prossime o sotto lo zero, l’inverno che procede regolare nelle sue (corte) giornate e il sole che compare a tratti, quasi per scherzo. E allora cosa c’è di meglio che passare qualche ora in un ambiente caldo, che ci fa stare bene nel corpo e nella mente, in armonia con le temperature rigide dell’esterno?

Le terme sono il luogo ideale per concedersi una pausa dalla vita quotidiana, a maggior ragione durante il periodo invernale. Sì, perché mai come in questo periodo dell’anno il connubio caldo-freddo si impreziosisce del relax dato dal vapore dell’acqua termale in contrasto con il freddo pungente dell’aria che ci circonda. E’ una sensazione unica e inebriante, che ci fa apprezzare le terme in inverno ancor più che in estate.

L’acqua termale, oltretutto, ha proprietà miorilassanti fondamentali per il nostro corpo, come quelle di Bibione Thermae.

L’acqua termale utilizzata presso il centro termale veneto Bibione Thermae sgorga a 52° C da una fonte situata nell’entroterra bibionese a oltre 500 metri di profondità. In base alla temperatura e al residuo fisso, tale acqua viene classificata come ipertermale, medio minerale, e in base al D.L.105 del 25.01.92 viene classificata come alcalina bicarbonato sodica fluorata. Grazie alle sue peculiarità, l’acqua termale di Bibione Thermae viene riconosciuta per le sue proprietà terapeutiche anche dal ministero della Sanità (decreti n. 2918 e 2950 del 1996).